Uncategorized

un messaggio di augurio per il 2014

un messaggio di augurio per il 2014
da Guruji Shri Surajnath Siddh

Dalla fine del Diwali il clima è cambiato – le giornate sono diventate più corte e le notti più lunghe. Il cambiamento é un regola universale, e proprio per questo motivo, il mondo è più bello. I cicli lunari ci riconducono al dinamismo del sistema solare, del quale siamo parte. Dal seme di un albero possente, da un piccola ferita nasce un fiore, e alla fine tutto finisce e comincia di nuovo. Nella vita umana passiamo dall’infanzia all’età adulta, fino all’anzianità. Se noi conoscessimo la bellezza di questi stati e fossimo in armonia con loro, allora qualsiasi cambiamento sarebbe fertile. Perché ogni stagione ha il suo proprio piacere; alba e tramonto hanno ciascuno il proprio scopo. La luna, sia quando è piena sia quando è totalmente invisibile, rispecchia sempre i diversi stadi della vita. Dunque non c’è noia in vita – sempre bellezza, novità, freschezza.

Le fredde notti mi hanno allertato che siamo alla fine di una stagione, e all’inizio di un’altra. Bisogna prestare molta cura ai punti d’incontro tra le transizioni; l’apice è la fine di una fase e l’inizio di quella seguente. Per questo motivo c’è un momento particolare per i Sadana, che sono chiamati Navratri. Giungono solo due volte all’anno quando la fredda stagione finisce ed il caldo comincia, e viceversa. Durante questo periodo di transizione ci sono molte più possibilità di capire questi cambiamenti perché la condizione del momento in cui stiamo vivendo incide sulla nostra coscienza e le nostre emozioni innescando il nostro “samvedansheel” ( l’energia del corpo).

Dobbiamo accogliere ogni nuovo giorno come una festa all’interno dei continui cambiamenti – che sono la gioia di Dio – la sua espressione. Ma se resistiamo ai cambiamenti, allora perdiamo energia e abbiamo difficoltà. Questi problemi persistenti si manifestano come negatività e dispiaceri continui.

Per evitare questi stati d’animo, puoi metterti in azione – una performance vitale di grazia. È come attraversare un fiume. Sia che tu segua la direzione della corrente, o che tu vada in senso opposto. In entrambi i casi, l’obiettivo rimane lo stesso. Puoi accettare l’aiuto del flusso, o negarlo. È sempre una scelta personale, disponibile per tutti noi, in ogni momento, che sia una piccola o grande decisione. Puoi verificare questa teoria la prossima volta che ti trovi a discutere con un nuovo gruppo di persone. Immagina queste persone come un fiume. Entra nel fiume e lasciati trasportare in nuovi luoghi, crescendo esponenzialmente con tutta la determinazione a lasciarti semplicemente andare e fluttuare. Non facendo così, restando sulla sponda del fiume, o ancora peggio- saltando dentro e cercando di nuotare controcorrente e contro questi nuovi amici, attirerai i problemi non necessari, resterai fermo, e perderai delle opportunità.

Adesso pensa ai tuoi obiettivi insoddisfatti del 2013. Lascia andare quelli inutili rimettendoli nel flusso – lascia che l’universo li porti via e li metta ovunque devono stare. Per gli obiettivi importanti che desideri mantenere, accetta il dono grazioso del momento che esiste all’interno di tutta la genuinità della missione – è qui per assisterti. Il flusso ti porterà li e così i tuoi sforzi seguiranno parallelamente questo misterioso meccanismo. Insieme disegnerete un sentiero intorno agli ostacoli in un organica espressione della tua attrazione e amore della visione che hai creato. Questo stato della mente cambia l’energia della transizione da ” spingere” a ” tirare”, e così facendo la tua personale energia aumenta e si purifica.

Dunque addio al 2013, e benvenuto ai cambiamenti che il 2014 porta con sé, a braccia aperte.
Dal vostro ashram casa e famiglia
Om shanti and Prem

Shri Surajnath Siddh

(Traduzione in italiano Erika Di Crescenzo)